Pagine

giovedì 18 maggio 2017

Pierina.

Pierina, ti vantavi di assomigliare alla Regina Elisabetta e di avere la sua stessa età...
Pierina, golosa di dolci e patatine, perché nella tua giovinezza non le hai mai potute avere...
Pierina, bis nonna...
Pierina, con i tuoi racconti e barzellette parlate rigorosamente in dialetto veneto...
Pierina, le nostre "discussioni" perché una parola in dialetto di Padova non era come quello di Sottomarina...
Pierina "la peste", perché anche nella tua malattia avevi una battuta sempre in bocca...
Pierina, mani nodose come quelle di un vecchio e sapiente albero...
Pierina ora voli su in quel cielo che guardavamo dal tuo giardino...
Ciao nonnina, perché con te che ti conosco da quasi 40 anni, negli ultimi anni mi hai riempito il vuoto, della mancanza delle mie radici.
Ti voglio bene, vola sempre alta, nonnina tu sei, ricorda, la regina.
Fiorella.
(Foto Fiorella)

venerdì 5 maggio 2017

Fade.

Davanti ad una finestra...
Aspettando, aspettandoti...
Aspettandoci.
Tutti noi...
In il luogo, di paure, speranze, illusioni e fade...
Davanti a quella finestra, guardando fuori...
Per non pensare...forse...
Per sognare...forse...
Per combattere...forse...
In quel momento...
Poi ti rendi conto, più tardi che c'è qualcosa...
Impresso c'è qualcosa...
Ma e' un fade...
Si dissolverà, per sempre...
Fade, si dissolverà con un colpo di straccio alla finestra...
Fiorella.
(Foto Fiorella)
......
Sei stato tu, papà, a dettarmi questo pensiero?
Proprio oggi che era il tuo compleanno?
Cosa vuoi farmi capire?...
Ti voglio bene.
......

venerdì 7 aprile 2017

La mia panchina.

Questa panchina per me ha un grande significato...
E' la mia panchina...
Dove mi siedo...
Dove penso...
Dove guardo...
Dove leggo..
Dove...
E mi viene in mente una frase piu' appropriata.
In questo momento.
"Regala la tua assenza a chi non vuole la tua presenza.
(O. Wilde)
Fiorella.
(Foto Fiorella)

venerdì 3 marzo 2017

Sassi preziosi.

Se camminiamo in sentieri di un qualsiasi posto, con la persona amata, un amico o anche con solo noi stessi, ci accorgiamo che questi sentieri sono pieni di sassi.
Sassi, che ci fanno inciampare, ci fanno cadere e altre volte diamo un calcio, per scansarli dal nostro cammino.
Quanto superficiali siamo?
Lo siamo molto, un sasso, puo' nascondere un tesoro immenso, di bellezza e fragilità.
Un sasso che portiamo dentro il cuore, ma dentro di esso cela bellezza.
Ho sassi pesanti da portare, ma sono pieni di bellezza.
Ogni sasso, sarà, la mia forza e la mia debolezza...
Ogni sasso, sarà, il mio dolore e la mia felicita'...
Ogni sasso, lo raccoglierò, fino e quando ce la faro'...
Ogni sasso, che porterò, dentro di me, son sicura che cela un immenso tesoro.
E questo tesoro, e' dentro di me, nella mia anima e nel mio cuore...
Sempre e per sempre.
......
...e il riccio deriso, non capito e schiacciato, continuerà, ad esserci per i sassi preziosi, lontano, ma sempre vicino...
Fiorella.
(Foto Fiorella)

mercoledì 1 febbraio 2017

La leonessa e la farfalla.

C'era una volta in un savana africana, una leonessa che stava riposando all'ombra di un baobab, dopo una nottata di caccia, per dare da mangiare ai suoi cuccioli.
Il sole era alto in cielo, e il caldo si faceva sempre piu' sentire.
Dopo un po' di tempo che la leonessa si stava riposando, un farfalla dalle variopinte ali le si poso' proprio sopra il naso della leonessa...
La leonessa, incomincio' con le sue zampe a farla volare via dal suo naso...
Ma lei continuo a posarsi sopra, non facendo riposare la leonessa.
Allora la leonessa le chiese "perché mi fai questo?".
La farfalla con tono spavaldo, le rispose " chi credi di essere tu?, solo perché hai denti aguzzi e artigli puoi uccidere e fare quel che vuoi?, ma non me! Perché io anche se son piccola ho colori splendenti e ali per volare e andare dove voglio e quando voglio, in alto nel cielo!"
Vuoi fare una sfida, tu grande leonessa? Disse  la farfalla...tu non sei la regina della foresta...
E la leonessa subito accetto'.
La farfalla comincio a volare di qua e di la, volteggiando sopra alla testa della leonessa, allontanandosi e avvicinandosi...
La leonessa, non riusciva a stare dietro a tutto quel svolazzare...
Fino a che, in mezzo a due alberi di acacie, una tela di ragno era tessuta li...
E la farfalla, ne rimase prigioniera.
La leonessa da distante vide la scena, si avvicino alla tela di ragno dove era prigioniera la farfalla, e con un colpo di zampa distrusse la tela del ragno e libero' la farfalla.
A quel punto, tranquillamente la leonessa disse alla farfalla.
...Cara amica, ricordati che la superbia e la bellezza non servono a niente, c'è sempre qualcuno piu' forte e più umile di te, magari meno sgargiante ma meno presuntuoso...e questo, oggi me lo hai insegnato tu, con il tuo comportamento.
La farfalla dal quel giorno, imparo a tenere un po' più a freno la propria spavalderia.
(Rivisitazione di Fiorella da una favola di Esopo)
(Immagine dal web)

venerdì 27 gennaio 2017

A che serve la memoria?

A che serve la memoria, se non si ha memoria di quelle grida...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quei treni...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quei cancelli...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quelle camerate...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quei corpi, che non avevano più nulla di umano...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quei numeri tatuati, che un tempo erano nomi...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quelle strade lastricate di pietra...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quelle strade che portavano alle docce...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quei camini che fumavano sempre...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quella cenere che cadeva dal cielo come neve...
A che serve la memoria, se non si ha memoria di quello che e'stato...
A che serve la memoria, se la si cancella la memoria...
A che serve la memoria, se c'è chi dice che non e' stato quel che e'stato...
A che serve la memoria?
Serve a ricordare, continuare a far presente il passato...
A chi per età, non può più raccontare quello che e' stato.
Alle future generazioni, la memoria serve per ricordare che e' stato quello che hanno vissuto, tutti quelli che sono morti nei lager...
E di tutti quelli che sono sopravvissuti, ed hanno potuto raccontare le loro memorie.
Fiorella.
(Foto Fiorella)

domenica 15 gennaio 2017

Lasciarsi...Lasciarci.

Lasciarsi, Lasciarci.
Quale diversità, ci sono in queste due parole.
Tanta e nulla.
Resta solo un vuoto immenso.
Ma che solo un lasciarsi, si può trasformare...qui...in un ritrovarsi.
Lasciarci, resta la convinzione che un giorno ci si ritroverà, con...
...Nessun addio, ma eterni arrivederci...
Fiorella
(Foto Fiorella)

giovedì 5 gennaio 2017

Chiuso per lutto.

Ore 20,00.
Allora cosa devo fare ancora, ha si le calze.
Ma perché tutti gli anni c'è sempre qualcuno in ritardo, non sanno che invecchio?
Ma perché non ho dato retta nella notte dei tempi a Babbo Natale, a sposarlo o di prendere degli aiutanti?
Puff pufff....
Ma io noooo, volevo essere la donna indipendente, faccio tutto io, non ho bisogno di nessuno, si, si, testona!!
Uffffff uffff
Ora , su, chi manca?
Kiiiiiiii!! No, non posso mettere dentro alla calza a rete quel "manzo" che mi hai chiesto.
TONINO, ti mando l'abbraccio di chi tu sai.
PERSEFONE, ma che cavolo, dove trovo a quest'ora tutte 'ste robe biologiche e vegane?
PRINCIPE, si dentro la tua calza una quintalata di caffè ci sta.
MIA GUERRIERA, la motosega supermegasprint?! Ussignur
MOZZZZZ, non fare il furbo eh?! Calze pulite e non con il buco, eppoi mica ti posso portare tutti i fumetti che mi hai chiesto.
NELLINA, ho cercato di sequestrare Bruce Springsteen, ma le guardie del corpo mi hanno dato un pugno sul naso che...beh, pero', mica male, me l'hanno raddrizzato.
GUS, si quello che mi hai chiesto, certamente arriverà.
CRISTIANA, si i tuoi amici animali avranno un rifugio in piu.
VINCENZO IACOPONI MALAVISI, ecchhe!! Un nobile?! A sor Vince' nun me fai passa' da scema, non te inquietar, te troverai ner tuo pedalino 'na cofanata de coda alla vaccinara!
CENSORINA, la tua calza sarà piena di buone cose, quelle che tu hai in mente e che sogni.
FULVIO, vela o sci, sci o vela?..deciditiiiiii che e' tardiiiiii!!
F.G. da oltreoceano, quello che hai sperato si e' già avverato, dentro la tua calza ti porterò...ma con calma eh, che il viaggio e' lungo...
ANTONYPOE, una bicicletta tipo macchina del film "ritorno al futuro"?! Boh, cercherò, 
NELLABREZZA, un biglietto per fare il giro del mondo in 80 giorni.
ROSELLA, dentro la calza, ciucci e biberon, si, si.
FRANCO BATTAGLIA, ma si che diventerai il nuovo Mereghetti, con tutte le recensioni dei film che fai, dentro la calza c'è già un tomo dove potrai scrivere a mano tutto.
PATALICE, libri, libri e ancora libri, ma come pesano!
TADS, un aereo per i suoi voli pindarici.
V.M. Ma, ma, ma, tanta ironia e dolcetti, e che ti conosco da poco, e io, son vecchia e non mi ricordo tutto.
X, un po' di sale in zucca.
Y, un po' di zucca e sale.
Uffffff ufffffff che stanchezza, ma perché non ho ascoltato Babbo Natale!!
URKA! E CHI HA MESSO UNA CALZAMAGLIA EXTRALARGE?!?!
NON FATE I FURBI EH!!!
......
DANIELAAAAAA LUCIAAAAAA!!!!!!
Ma non dovevate venire a darmi una mano!!!!
ogni anno andavamo via insieme!
......
Non mi sento tanto bene....
Ussignur, mi gira la testa....
......
Ohhhhhh, ma quante calze ho ancora da riempire, e quante persone e bimbi mi sarò dimenticata!!
Perché non ho ascoltato Babbo Natale!
A dire il vero, quel panzone non mi e' mai piaciuto, con tutto quel oh oh oh mi fa' saltare i nervi.
Ma i sui Elfi si erano offerti di venirmi in aiuto, son stata io che non ho voluto, testona, testona e testona!!
......
Pant pant pant......
Ufffff uffffff ufffffff......
Arghhhhhhhhhh.....
THUMPPPPPP
.......
.......
.......
Babbo Natale, gli Elfi, le Renne e amici tutti annunciano che non serenamente si e' spenta la Cara
                                                          BEFANA
                                                        Di  anni  xx
Donna laboriosa, non bella ma fascinosa, sempre pronta a portare delizie una volta l'anno, troppo orgogliosa per chiedere aiuto, sommersa dal lavoro e dalle calze, ora riposa in pace. Una prece.
......
Lascia come eredita', il sacco, dolciumi, frutta secca e sogni.
Ma, ma, ma, chi e' che ha messo quella calzamaglia?!
Chi e' sto burlone?
......
La Befana, mai scomparirà, mai toglierà i sogni dei bimbi, e i ricordi dei grandi!
La vostra BeFiorella.
(Foto Fiorella)

mercoledì 4 gennaio 2017

Siccome che...

Siccome che in vari blog che seguo, si legge di varie previsioni per l'anno appena iniziato e postano oroscopi, fai da te, piu' o meno, scherzosi più o meno scientifici...
La sottoscritta fa il suo oroscopo.
Un po' di megalomania ed egoismo ce lo voglio mettere.
......
Hei, dico a te 2017!!
Non ci provar a farmi scherzi.
Allora, per la nata sotto il segno del LEONE...
Dall'inizio alla fine della anno ci saranno alti e bassi, (spero piu alti), che di bassi ne ho i maroni pieni.
Che nessuno si permetta piu' di prendermi in giro, perché ho il dentino aguzzo.
AMORE.
Ci saranno tornadi di emozioni, alti e bassi di maree, unioni, non pervenute
LAVORO.
Sti cazzi!! Ma felici.
SALUTE.
Ci sarà ancora molta matassa da districare, ci saranno sfrombolate, e ricadute, cazzi e mazzi a volontà, ma, forse, uno spiraglio si potrà aprire.
RESOCONTO, mio.
2017!, non farmi brutti scherzi, perché mi trovi alquanto agguerrita, mi farai cadere tante volte, ma attento che mi trovi mica poco incavolata, che di cose brutte assai ne ho passate e ne sto passando ancora, che mi ha lasciato il tuo fratello maggiore appena deceduto.
E per tutte le lacrime che per sbaglio mi farai versare, beh, aspetta e vedrai.
E che tutti, dico tutti attenti al lupo ehmmm attenti al leone, anzi alla leonessa.
Fiorella.
(Immagine dal Web. Michael Foulkrod)